Guida Bibenda 2019, il Prosecco Battistero ottiene 4 grappoli!

BIBENDA LA GUIDA 2019

Bibenda è la guida ufficiale della Fondazione Italiana Sommellier, una delle più autorevoli guide di riferimento del mondo enologico.

bibenda 2019

Profilo della Guida Bibenda:

“Una pubblicazione da grandi numeri, imponente nelle cifre che sono l’immagine dettagliata di un’Italia che produce, cresce, si fa amare e conoscere, vende all’estero ma non dimentica i territori locali, una sorta di macro filiera dell’eccellenza che è il biglietto da visita più chiaro e bello del Paese. Le Aziende del vino recensite sono 2.029 e oltre 25.000 i vini degustati con circa 900 finalisti e 609 premiati con i 5 Grappoli, la valutazione dell’eccellenza, per 541 Aziende e i Migliori 10 Vini secondo BIBENDA 2019.

Ecco come è stata valutato il nostro vino:

Abbazia di Busco

Via IV Novembre, 31 – 31047 Busco TV Tel.: 0422 752152 Fax: 0422 752688 Web: www.abbaziadibusco.com Email: info@abbaziadibusco.com
Proprietà: Fam. Gallarati Scotti
Enologo: A. Da Dalt
Agronomo: F. Cavaggioni
Conduzione: Difesa Integrata
Ettari: 52,00
Vendita diretta:
Vendita online:
Visite azienda: Sì, su prenotazione
Come arrivare: dalla A4 uscire a S.Dona’-Noventa e proseguire in direzione Busco.
L’azienda ha sede nella frazione di Busco, una frazione del comune di Ponte di Piave, da cui dista pochi chilometri. La storia di questa cantina si perde nella notte dei tempi, ed è legata indissolubilmente, ancora oggi alla storia degli Zeno, una delle famiglie più in vista dell’aristocrazia veneta. È Marco Zeno, che nel 1554 per primo si stabilì nel trevigiano, commissionando, al famoso architetto Andrea Palladio, la costruzione della sua nuova dimora e iniziando di fatto una nuova attività agricola e vitivinicola. I numerosi componenti della famiglia, animati tutti dalla grande passione per la natura, nel corso dei secoli, hanno continuato a gestire questa attività, mantenendo inalterato il rispetto per le tradizioni e il territorio. Attualmente a dare continuità alla lunga storia degli Zeno c’è la famiglia Gallarati Scotti a gestire l’azienda e i 52 ettari di vigneto, nei quali troviamo le classiche varietà autoctone del trevigiano, a cominciare dal Raboso, Glera e Verduzzo, ma anche internazionali quali Pinot Grigio, Merlot e Cabernet. L’intero parco viticolo è condotto con regime agricolo di difesa integrata.