Il lavoro

La cantina

03. AdB_Lavoro_CantinaIn una imponente barchessa (l’edificio rurale tipico delle ville venete, dove avevano sede gli ambienti lavorativi) è collocata la cantina di Abbazia di Busco, una delle più antiche tra le cantine venete. Anche la barchessa è ricca di storia: basti pensare che negli anni Cinquanta e Sessanta ospitava, ai piani superiori, la coltivazione del tabacco e l’allevamento dl baco da seta.
La cantina è un vero gioiello dell’antichità: imponenti botti di rovere, ancora oggi usate per l’invecchiamento dei vini, si alzano su uno splendido pavimento in pietra, realizzato con lo stesso materiale che un tempo costituiva le pavimentazioni dell’Abbazia originaria.
In questo luogo dove il tempo si è fermato si possono lavorare e stoccare nei diversi vasi vinari circa 6.000 ettolitri di prodotto tra vini bianchi e rossi: i bianchi vengono vinificati dopo una pressatura morbida in temperatura controllata, al fine di estrarre dalla bacca dell’uva le componenti migliori, mentre i rossi sono ottenuti da macerazione delle parti solide dell’uva con il mosto per un periodo che va dagli 8 ai 12 giorni, al fine di estrarre i composti fenolici (antociani e tannini) presenti nel colore e nella struttura del vino.