cantina sito .jpg

I metodi di lavoro

Gli antichi metodi di coltivazione dei monaci dell’Abbazia di Busco sono da secoli patrimonio della famiglia Zeno e dell’azienda. Le nuove tecnologie hanno solo migliorato le tecniche tradizionali, lasciando però inalterato l’antico patrimonio ampelografico della zona.
L’Azienda utilizza come sistemi di allevamento della vite il Sylvoz, il doppio capovolto ed il cordone speronato, assecondando al meglio le diverse caratteristiche dei vitigni nel rispetto del particolare contesto pedoclimatico della zona.
I suoi criteri produttivi rigorosi uniscono le antiche tradizioni alla ricerca di standard qualitativi sempre più elevati, con scelte innovative e talvolta coraggiose. Questo ha portato a ottimi risultati: i 52 ettari di viti danno annualmente circa 7.000 ettolitri di vino, con un numero medio di 4.000 ceppi/ettaro che varia per i vitigni più vigorosi (Cabernet e Prosecco) ai meno produttivi quali le varietà Pinot. Inoltre, l’utilizzo dei principi dell’agricoltura integrata, riducono al minimo i mezzi tecnici che possono avere un impatto negativo sulla salute e sull’ambiente.

I nostri vini amano la natura. E sono ricambiati.

Produrre vino a misura d’uomo vuol dire amare la natura. Ecco perché utilizziamo i principi della produzione integrata e sostenibile certificati SQNPI, mantenendo il controllo su tutte le fasi della produzione: dalla vendemmia alla vinificazione, nella continua ricerca dell’eccellenza per ogni bottiglia che produciamo. Tutto per assicurare al consumatore la vera Qualità Sostenibile. Che si assapora in ogni bicchiere.

SOCIETÀ AGRICOLA LIASORA S.S. 
Via IV novembre, 31 

31047 Ponte di Piave Treviso - Italia
Telefono 0422 752152 Fax 0422 753043

P.Iva 02488900271

  • Facebook
  • Instagram